Smart city, cosa rende una città intelligente?

Si sente sempre più spesso  parlare di “smart” cities e “smart” communities, ma cosa rende una città veramente intelligente, e quali benefici può trarre un cittadino dal fatto di vivere in una città Smart? Abbiamo provato a rispondere a queste domande attraverso l’analisi dei principali parametri che definiscono l’identità di ogni realtà urbana, cercando di capire quali sono gli ambiti e le iniziative da promuovere.

Governance e partecipazione

Riguarda la capacità di creare un modello di cittadinanza attiva e partecipe, in cui gli organi decisionali coinvolgano la comunità attraverso, per esempio, esperienze di gestione condivisa di spazi pubblici e beni comuni, risorse e progettualità.

Sostegno all’imprenditorialità

La Pubblica Amministrazione di una città Smart, deve agevolare il più possibile la nascita di nuove imprese nel territorio, con azioni volte a semplificare gli iter burocratici e a favorire con progetti di sostegno l’imprenditorialità, le attività innovative e di ricerca, sapendo attirare capitali economici e competenze.

Ambiente ed Energia

Le future città Smart, dovranno prestare particolare attenzione all’ambiente e alle risorse verdi della città. Gestione idrica, ciclo dei rifiuti urbani, con interventi mirati all’incremento della percentuale di raccolta differenziata e riuso, controllo dell’inquinamento, sono fra le tematiche da affrontare e gestire in chiave “green”. Dovranno essere favorite tutte le iniziative in favore di un uso efficiente delle fonti energetiche disponibili, nonché i progetti legati allo sviluppo di fonti di energia rinnovabili nei contesti urbani, illuminazione pubblica ed edilizia green. L’obiettivo europeo è quello di tagliare del 40% le emissioni di CO2 entro il 2020.

Qualità della vita

Rientrano in questa categoria tutti quei beni immateriali che una città dovrebbe offrire, in termini di Welfare, servizi, sanità, patrimonio culturale,sicurezza e tempo libero. In una città Smart questi ambiti sono potenziati e resi più efficienti e fruibili.

Infrastrutture e trasporto urbano

In chiave Smart, una città dovrebbe investire nello sviluppo delle infrastrutture urbane ma anche di nuovi sistemi di mobilità ecologici e sostenibili. Integrare l’utilizzo di fonti di energia rinnovabile e alternative al petrolio per quanto riguarda il trasporto pubblico urbano, promuovere la mobilità pedonale, ciclabile e condivisa.

L’Europa sostiene lo sviluppo delle smart cities con finanziamenti pari a 12 miliardi di euro. Anche l’Italia nella partita con 158 comuni, Milano, Torino, Cagliari, Genova, Napoli e Palermo per citarne solo alcuni.

Articolo di Ivana Felice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...